diventare genitori è un gioco da ragazzi

Ispirato e alimentato dall'omonimo Gruppo Facebook

Come aiutare l'arrivo del travaglio?


Gli ultimi giorni sono sempre i più difficili…e soprattutto si è impazienti di vedere il proprio piccolo e stringerlo fra le braccia. Nulla di scientifico, ma ecco cosa suggeriscono i genitori di Trento e dintorni per accorciare l’attesa quando si giunge vicini (o si supera) la data X!

 

Innanzitutto. Dedicarsi alle pulizie.: vetri, pavimenti, letti. Magari non aiuta il parto, ma avrete una casa linda e ordinata per l’arrivo del nuovo inquilino! Alternativa: lunghe passeggiate. Se anche non fosse la soluzione definitiva, può comunque aiutare ad alleviare la tensione dell’attesa, e aiuta a ingannare il tempo. Altro movimento consigliato (per quanto con il pancione sia un po’ più scomodo!): fate l’amore!

Fare scale è un’altra possibilità, anche se sicuramente meno piacevole.

 

Qualcuno parla anche di bere olio di ricino. Ma c’è chi rammenta – come conseguenza – dolori di pancia, se non peggio… Più gustoso il consiglio della nonna di bere una tazza di vin bulè (se lo bruciate bene, l’alcool evapora completamente!) molto speziato.

 

Si consiglia poi un bagno caldo per far partire le contrazioni, e di farsi massaggiare in senso orario dell’olio di lavanda (diluito in creme, latti o oli – anche l’olio d’oliva, il burro o il latte vaccino, in mancanza d’altro). Oppure – se lo avete in casa, provare a stimolare il seno per 2 o 3 minuti con il tiralatte.

 

Qualunque metodo userete (o non userete): auguri per l’arrivo del vostro piccolo!